Boost 4.0 Innovative Methods of Smart Teaching

Lo scorso giugno 2022 ha avuto conclusione il progetto Erasmus Staff denominato Boost 4.0 Innovative Methods of Smart Teaching.  Il progetto avviato nel 2019 ha avuto una battuta di arresto a causa del Coronavirus ma l’Istituto “Viola-Marchesini” nella persona della DS Prof.ssa Isabella Sgarbi, nonostante il protrarsi della pandemia, non ha mai smesso di guardare all’Europa per la formazione del suo Staff.  Ben trenta (30) sono stati i docenti interessati alla mobilità internazionale che ha visto coinvolti tre paesi europei come destinazione finale: Irlanda, Malta e Belgio. L’esperienza di diciassette giorni, iniziata lo scorso anno a luglio e terminata a giugno di quest’anno con gli ultimi, si e’ sviluppata nell’intento di aggiornare la professionalità dei docenti in una serie di attività estremamente rilevanti dal punto di vista del lifelong learning (apprendimento/formazione continua). I 22 borsisti partiti a luglio e agosto 2021 hanno potuto così partecipare a corsi strutturati per l’approfondimento linguistico (lingua inglese) e corsi strutturati ai fini dell’insegnamento in lingua inglese di materie non linguistiche del curricolo, mentre gli ultimi otto borsisti, suddivisi tra Belgio e Irlanda sono partiti a maggio e rientrati a giugno di quest’anno. I docenti con destinazione Bruxelles e Galway hanno effettuato rispettivamente attività di affiancamento professionale e corsi strutturati. Le varie fasi di selezione sono state curate dalla Dirigente Scolastica prof.ssa Isabella Sgarbi, dalla prof.ssa Sara Romagnolo coadiuvata dalla Dsga Maria Diva Barutto e dal personale di segreteria. L’idea della dirigente è quella di promuovere oggi e in futuro le mobilità Erasmus fra i vari attori della scuola nell’ottica di miglioramento delle competenze professionali, metodologico didattiche, organizzative e relazionali.

 

Link all’articolo Radio Rovigo
Link all’articolo Rovigo in Diretta 1
Link all’articolo Rovigo in Diretta 2
Link all’articolo Rovigo in Diretta 3
Documentazione del progetto
Immagini della mobilità